Santa Marina Alta Pesaro

Santa Marina Alta: Storia e Misteri di un Borgo sul San Bartolo


Un tempo conosciuta come Villa di Cuspisano, Santa Marina Alta di Pesaro è uno dei borghi storici situati nel Parco San Bartolo. Questa piccola frazione si trova a picco sulla falesia e le informazioni a disposizione su di essa sono vaghe e frammentarie.

Nonostante non ci siano leggende antiche che la vedano protagonista, la presenza del centro abitato ancora oggi, nonostante l’erosione della costa e le avversità della storia, lascia pensare che si trattasse di un centro importante. Alcuni documenti del 1600 citano Santa Marina, precedentemente nota come Villa di Cuspisano, e riferiscono dell’antico castello sul mare. Inoltre, si ipotizza che si trattasse di un centro di commercio via mare con i Greci risalente al IV secolo a.C.

Tuttavia, il potenziamento del porto di Vallugola e la crescente importanza del vicino nucleo di Colombarone portarono alla perdita di importanza del fortilizio. Nel corso dei secoli, il castello rimase abitato solo da braccianti agricoli e pescatori. Il progressivo spopolamento, insieme all’erosione del suo porto naturale e della costa, portarono alla scomparsa definitiva della possibilità di acquisire un’identità comunale autonoma per Santa Marina. Questo la rese dipendente dal Comune di Pesaro, di cui è sempre stata parte.

La chiesa di Santa Marina Vergine è l’unica testimonianza storica rimasta della comunità esistente. Si suppone che sia stata ricostruita in posizione più a valle della falesia per evitare che cadesse a mare. Sebbene abbia perso il suo stile seicentesco esternamente, la chiesa conserva ancora il campanile a torre. All’interno, si trova un’unica arcata e cinque altari, corredati dai quadri dei santi a cui sono dedicati.