Musei Civici a Palazzo Ciacchi

Risonanze Storiche: L'Arte e l'Architettura di Palazzo Ciacchi

musei-civici-palazzo-ciacchi

Palazzo Ciacchi fa parte della rete dei Musei di Pesaro dal giugno 2018, a seguito di un nuovo accordo siglato tra Confindustria Pesaro Urbino, che dal 1981 risiede in questo luogo, e l’Ente Comunale di Pesaro.

Ubicato in via Cattaneo (precedentemente chiamata strada dei Molini), questo illustre stabile rappresenta un’entità unica insieme alle strutture di fronte, che creano il piccolo spazio aperto o, più precisamente, la ‘rotonda’, conosciuta come ‘Esedra Ciacchi‘.

L’immobile principale era di proprietà dei Passeri (giunti a Pesaro intorno al 1500) che modificarono la loro dimora basandosi su edifici già esistenti, probabilmente vecchi mulini, molti dei quali appartenenti alla chiesa di Sant’Antonio. La distinta famiglia pesarese Stramigioli Ciacchi, titolare dal 1727 al 1948, intraprese la ristrutturazione intorno al 1727 e la totale ricostruzione su iniziativa del conte Andrea Ciacchi nel 1767.

Dal 2008, alcune stanze del palazzo ospitano la mostra “I Musei Civici a Palazzo Ciacchi” con opere pittoriche e ceramiche originarie dalle collezioni del Palazzo Mosca – Musei Civici. Circa 50 lavori, distribuiti in 10 sezioni tematiche, sono esposti in varie zone del pianterreno, primo piano e seminterrato.

Un proficuo intesa tra enti pubblici e privati per la tutela e valorizzazione del patrimonio cittadino, manifestazione dell’essenza culturale della regione.