Museo della bicicletta

Il Museo della Bicicletta: Pedalare attraverso la Storia del Ciclismo

museo-bicicletta-pesaro

Inaugurato nel 2022, il Museo della Bicicletta di Pesaro, città riconosciuta per il suo impegno verso lo sport e le due ruote, esplora l’universo del ciclismo nelle sue varie sfaccettature: da attività sportiva a simbolo di sostenibilità ambientale, sociale e culturale. Questo centro culturale è progettato per offrire un’esperienza immersiva a visitatori di ogni fascia d’età, illustrando la storia e l’importanza della bicicletta come trasporto sostenibile. Il museo è attualmente un progetto dinamico e in evoluzione, beneficiando degli investimenti del Ministero della Cultura destinati anche al nuovo Museo della Motocicletta. Questi fondi garantiranno al Museo della Bicicletta un futuro espansione nell’ampio spazio di Palazzo Baldassini, l’antica sede del tribunale.

Nel ventre di Palazzo Gradari si trova ora una preziosa collezione di biciclette d’epoca, recentemente integrata al patrimonio della città e curata minuziosamente dallo storico Dario Corsi. Il tema conduttore dell’esposizione è il Giro d’Italia, noto anche come ‘Giro Rosa‘, una delle competizioni ciclistiche più famose al mondo che si svolge annualmente sulle strade d’Italia, offrendo agli appassionati momenti di pura emozione. Si può esplorare una mostra di 40 biciclette da corsa che tracciano un percorso cronologico dal 1930 ai giorni nostri, includendo esemplari storici in ferro e acciaio, simili a quelli usati dai primi eroi del ciclismo del Novecento. Tra questi spicca la bicicletta del primo “Campionissimo“, Costante Girardengo.

La mostra include anche biciclette appartenute a figure leggendarie come Coppi e Bartali degli anni ’50, oltre a quelle degli anni ’60 e ’70, epoche in cui campioni come Baldini, Adorni, Motta, Gimondi, Merckx e il pesarese Enrico Paolini, vincitore per tre volte del campionato italiano, elevarono lo sport ai massimi livelli. Tra le preziosità esposte si trova anche la bicicletta con cui Francesco Moser infranse il record dell’ora nel 1988, un pezzo emblematico della collezione Italian Legend Bicycles.

La mostra si arricchisce di una sezione dedicata alle figure femminili di spicco nel ciclismo, tra cui Fabiana Luperini, celebre per aver vinto tre Giri d’Italia e tre Tour de France femminili. Inoltre, sono esposte biciclette moderne, equipaggiate con tecnologie elettroniche all’avanguardia, che anticipano le tendenze future del ciclismo. All’entrata del museo, accolgono i visitatori le fotografie di Fausto Coppi, il “Campionissimo“, in vacanza sulla nostra riviera e il suo busto originale, dando un tocco personale e storico all’accoglienza.